Obbligo vaccinale: la Corte Costituzionale respinge i ricorsi dei no vax

di Maugeri Costanza
2 Min.

A tre anni dall’inizio della pandemia da Covid 19 moltissime persone no vax hanno fatto ricorso al decreto che impone l’obbligo vaccinale per il personale sanitario e gli over 50

« La Corte  ha ritenuto inammissibile, per ragioni processuali, la questione relativa alla impossibilità, per gli esercenti le professioni sanitarie che non abbiamo adempiuto all’obbligo vaccinale, di svolgere l’attività lavorativa, quando non implichi contatti interpersonali.

Sono state ritenute invece non irragionevoli, né sproporzionate, le scelte del legislatore adottate in periodo pandemico sull’obbligo vaccinale del personale sanitario. Ugualmente non fondate, infine, sono state ritenute le questioni proposte con riferimento alla previsione che esclude, in caso di inadempimento dell’obbligo vaccinale e per il tempo della sospensione, la corresponsione di un assegno a carico del datore di lavoro per chi sia stato sospeso; e ciò, sia per il personale sanitario, sia per il personale scolastico».

Una nota diffusa dalla Corte Costituzionale

La Corte Costituzionale ha quindi respinto il ricorso presentato da medici, personale sanitario e persone over 50, poiché l’obbligo vaccinale esteso per queste categorie, dal Governo Draghi nel 2021, è stato ritenuto in linea con la Costituzione.

Altro punto da considerare riguarda la retribuzione salariale nel periodo in cui queste figure sono state allontanate dal lavoro.

Anche sotto questo aspetto la Corte ha dichiarato che le persone che sono state allontanate dal luogo di lavoro per le ragioni sopradescritte non hanno diritto alla retribuzione.

Una sentenza che ha conosciuto momenti di tensione e polemica, nel quale però l’interesse per la comunità ha prevalso sulla libera scelta del singolo



Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati