Parlamentari europei uscenti: il 60% uomini di mezza età

di Costanza
3 Min.

Secondo e ultimo giorno di elezioni per l’Italia. Chiamata a scegliere i 76 Membri del Parlamento Europeo che la rappresenteranno per i prossimi cinque anni. Giorni in cui si pensa al futuro dell’Europa. Ma i cinque anni appena trascorsi? Chi ha seduto al Parlamento Europeo?

Un parlamento europeo over e al maschile

OpenPolis, fondazione che promuove la trasparenza nei dati e nelle informazioni pubbliche per una partecipazione democratica, in collaborazione con la testata tedesca Südwestrundfunk e il European data journalism network (Edjnet) ha analizzato la composizione del Parlamento Europeo uscente. Vediamo insieme cosa ne è venuto fuori.

I parlamentari europei sono 705, di questi il 60% sono uomini e i due terzi di questa percentuale hanno un’età compresa tra i 40 e i 64 anni.

Lussemburgo, Finlandia, Svezia e Spagna sono controtendenza con un numero di donne maggiore rispetto agli uomini. In Spagna non c’è divario. Solo lo 0,99% ha, inoltre, una disabilità.

Parlamento europeo uscente: i partiti e le coalizioni

parlamentari europei uscenti

Un quarto del Parlamento europeo uscente è del PpE, partito popolare europeo di centrodestra. Un quinto, invece, è rappresentato dai socialisti e democratici. Al terzo posto Renew di orientamento liberale con il 14% dei parlamentari. Seguono in ordine i Verdi, i conservatori e riformisti, il gruppo identità e democrazia, i parlamentari non iscritti ad alcuno partito europeo e la sinistra.

Ma quali sono i Paesi più orientati verso sinistra? E quelli più verso destra? L’Europa centro – orientale – e anche il nostro Paese vedono una rappresentanza maggiormente di destra. La Polonia è prima con l’80% di europarlamentari facenti parti del Ppe, identità e democrazia e dei conservatori e riformisti. Italia, Lituania e Bulgaria hanno più del 50% dei parlamentari orientati a destra. L’Europa meridionale è, invece, più orientata verso sinistra. Il Portogallo conta i due terzi dei parlamentari nei socialdemocratici e nei Verdi Sinistra. Seguono Cipro, Malta. In Spagna superano il 50%.

La questione della rappresentatività

In questo paragrafo non porteremo avanti una riflessione riguardante partiti e coalizioni. Bensì sulle informazioni anagrafiche che possediamo degli Europarlamentari. Il Parlamento si lega a un concetto essenziale: la rappresentatività.

Capacità di un individuo, una delegazione e sim. di farsi portavoce e promotore degli interessi o della volontà maggioritaria di un ceto, una categoria, una comunità di persone | diritto o competenza di farsi portavoce degli interessi di una categoria

Dizionario Italiano De Mauro.

60% di europarlamentari uomini e 49% di cittadini maschi in Europa. Il 27% di persone disabili in Europa e lo 0.99% dei parlamentari con disabilità. E i giovani? Il numero dei giovani parlamentari parla da sé. Ma perchè è importante avere un parlamento che rispecchi – più o meno la composizione reale della popolazione? I motivi sono tanti, ma ne voglio sottolineare uno: la consapevolezza delle esigenze specifiche di una determinata fetta della popolazione.


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati