Tim Burton porta il suo Universo in Mostra

di Nina D'Amato
4 Min.

Da giorni non si parla d’altro, il genio creativo del regista de “La sposa cadavere” diventa una mostra e verrà ospitata al Museo Nazionale del Cinema di Torino e sarà intitolata “Il mondo di Tim Burton“.

Tim Burton è uno dei registi e artisti più iconici e influenti del nostro tempo. La sua carriera, caratterizzata da un’estetica unica, ha catturato il cuore di milioni di spettatori in tutto il mondo.

Da “Beetlejuice” a “Edward mani di forbice” fino al live action di “Alice in Wonderland“, Burton ha creato un mondo straordinariamente originale in cui ogni outsider può rispecchiarsi. Il suo stile creativo, sregolato e macabro è ormai un marchio di fabbrica riconoscibile all’istante. Il suo modo visionario di concepire e percepire il mondo ed enfatizzare le particolarità delle persone – che altrimenti sarebbero viste come un fattore discriminante – rendono il cineasta l’idolo di intere generazioni.

Tim Burton veste la Mole Antonelliana

Il celebre regista inaugura la sua mostra alla Mole Antonelliana. Quello che l’outsider ci regala è un viaggio nel suo universo creativo. Oltre 500 opere tra pupazzi, disegni, schizzi, manifesti, fotografie, modelli e costumi suddivise in nove aree tematiche. L’allestimento è ideato e co-curato da Jenny He, adattata da Domenico De Gaetano in collaborazione con lo stesso regista.

Tutta la Mostra è un viaggio all’interno dell’universo burtoniano. Le opere provengono dall’archivio personale dell’artista. Dai primi schizzi da bambino alle opere ultime. È stata allestita la replica esatta dello studio dell’artista e, inoltre, sono presenti lavori inediti e tavole ispirate a E. Gorey, Charles Addams, Don Martin e Theodore Geisel.

La mostra ripercorre le orme del regista e dell’evoluzione della sua singolare immaginazione visiva di artista postmoderno multidimensionale, in una sorta di autobiografia raccontata attraverso il suo processo creativo senza limiti. 

Presentazione della Mostra “Il Mondo di Tim Burton”

L’intera esposizione è pensata e ideata per immergere gli spettatori in un percorso suggestivo nella mente e nella sensibilità del film-maker e sarà possibile ammirarla fino al 7 aprile 2024.

Articoli Correlati