Tiktok: una canzone di propaganda della Nord Corea diventa virale

di Maugeri Costanza
3 Min.

Come ha fatto una canzone di propaganda della Nord Corea a diventare virale su Tiktok? La musica, così come l’arte in senso lato, è da sempre strumentalizzata dalle dittature per fare propaganda. Associando all’arte l’estrema libertà, sembra una contraddizione in termini, ma – purtroppo – è così.

Perché è diventata virale?

“Friendly Father” è una canzone dal ritmo synthy-electro pop che ci rimanda po’ alle musicalità K – Pop.

Basta ascoltarla per capire perchè è diventata virale. Una canzone propagandistica costruita alla perfezione. Ritmo vivace, brillante, gioioso. Parole semplici – più volte ripetute – perfette per essere cantate come mantra in una dittatura.

Cantiamo Kim Jong Un, il grande leader/ Vantiamoci di Kim Jong Un, il nostro amichevole padre

Un mondo utopico, di bellezza, gioia, quello della Nord Corea, in cui Kim Jong Un viene descritto con l’aggettivo “amichevole”. Che tiene i bambini tra le sue braccia e si prende cura del popolo. Una visione paternalistica che pulisce – illusoriamente – l’immagine del dittatore.

Dalla Nord Corea: la viralità di una canzone che nasconde tanto

Agli occhi del grande pubblico la canzone

È così distopica nel modo più orecchiabile.

Commento di un utente su Tiktok

Ma gli esperti di musica nordcoreana, analizzando la canzone, hanno notato che la distopia nasconde – come è logico immaginare – tanto.

I motivi devono anche essere accordati a un’intonazione vocale che possa essere cantata dalla maggior parte delle persone. Le masse non possono tenere il passo con acrobazie vocali, quindi dimenticatevi di riff multi-ottava. (…)

E’ vietato per i musicisti, pittori e scrittori produrre opere semplicemente per il gusto dell’arte.

Tutta la produzione artistica in Corea del Nord deve servire all’educazione di classe dei cittadini e, più specificamente, educarli sul motivo per cui dovrebbero provare un senso di gratitudine, un senso di lealtà verso il partito,

Alexandra Leonzini, studiosa dell’Università di Cambridge alla BBC

Questa canzone è solo l’ultima, in ordine cronologico, ma sembra avere, secondo gli esperti, qualcosa di diverso rispetto alle altre.

Per la prima volta Kim Jong Un viene definito “Il Grande”, “Padre” appellativi riservati – fino a questo momento – solo al nonno, primo Leader della Nord Corea, Kim Il Sung. Questo, secondo gli esperti, è un segnale chiaro: Kim sta rafforzando la sua immagine e il suo potere.

Le canzoni sono usate per trasmettere la direzione in cui lo stato sta andando… per segnalare momenti importanti e sviluppi importanti nella politica.

Alexandra Leonzini alla BBC

Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati