The irritable male syndrome: anche gli uomini hanno il preciclo?

di Alessia Giurintano
4 Min.

The irritable male syndrome (sindrome dell’uomo irritabile) riguarda i maschi adulti, ed è legata a sbalzi ormonali che -proprio come nel caso femminile- possono causare stanchezza e nervosismo, fino all’ipersensibilità.

Sbalzi ormonali causati dal testosterone, i cui livelli cambiano repentinamente, e influiscono anche sull’umore.

Si può parlare, sebbene possa sorprendere, di ciclo ormonale maschile.

La sindrome dell’uomo irritabile riguarda i maschi adulti ben oltre la cadenza mensile femminile. Infatti, diversamente dalla donna, l’uomo è soggetto a questi sbalzi fino a quattro volte al giorno.

Cambio repentino del livello di testosterone: cause del preciclo maschile

Ma perché il corpo maschile è soggetto a queste fluttuazioni ormonali repentine? La sindrome dell’uomo irritabile ha trovato numerosi studi scientifici, anche sugli animali non umani.

Studi scientifici hanno individuato diverse cause. L’oscillazione positiva, quindi un maggiore livello è garantito dall‘attività tanto fisica quanto sessuale.

Inversamente, livelli minori di testosterone sono determinati tanto dallo stress quanto dalle malattie. A queste motivazioni si aggiungono: la qualità del sonno, l’alimentazione, l‘età.

Sebbene l’uomo non abbia perdite ematiche, condivide con la donna l’irritabilità, il senso di spossatezza, l’elevata emotività e gli sbalzi d’umore.

Sindrome dell’uomo irritabile: c’è una cura?

Anche il cosiddetto preciclo maschile ha una cura. I problemi ormonali possono essere facilmente identificati attraverso un test di verifica del livello degli stessi.

Il secondo passo, è quello di intervenire sul piano nutrizionale, creando un piano alimentare personalizzato.

A questo, va aggiunta una terapia ormonale bioidentica.

Sindrome dell'uomo irritabile

Identici per struttura chimica e molecolare agli ormoni prodotti naturalmente dal corpo, gli ormoni bioidentici costituiscono la terapia ormonale sostitutiva.

Atti a curare, in modo personalizzato, specifici disturbi tanto in età fertile che non, questi ormoni rappresentano una innovazione nel campo della medicina.

Analoghi in struttura chimica e molecolare agli ormoni dell’organismo, vengono da questo riconosciuti e per questo sono soggetti solo in minima parte ad effetti collaterali.

È necessaria la prescrizione medica, e un’attenta valutazione clinica modulata sui bisogni del paziente.


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati