Primavera-estate 2024, le proposte della Fashion Week

Il mese della moda con nuove tendenze e vecchie conoscenze.

di Antonucci Carola
9 Min.

Per molti, settembre rappresenta un momento magico in cui si romanticizza l’imminente fine di un anno ormai trascorso, ma per gli appassionati di moda è una stagione di nuovi inizi e anticipazioni. Durante la Fashion Week di settembre, stilisti famosi da ogni angolo del globo si sono riuniti per presentare le loro creazioni primavera-estate 2024. Da Londra a Parigi, passando per New York e Milano, scopriamo le proposte che hanno infiammato e illuminato le passerelle del 2023.

Le nuove proposte della Fashion Week per la primavera-estate 2024

Gucci

La capitale della moda italiana, e non solo, aveva atteso e desiderato con tutte le forze l’arrivo della sfilata di Gucci con il debutto di Sabato De Sarno come direttore creativo. Dopo le recenti strategie per creare hype del marchio fiorentino – come la scelta della modella Darya Werbowy come testimonial della campagna – non ci si poteva aspettare niente di diverso.

Fashion week, Gucci e De Sarno
Il look che apre la sfilata Gucci Primavera estate 2024 © Getty

Vediamo accessori nati per essere dei cult e l’immancabile rosso che fa da filo conduttore di tutta campagna e che ci porta alle origini. Una nuova direzione quella di De Sarno improntata sull’essenzialità, al gusto contemporaneo e alla sartorialità impeccabile.

Fashion week, Gucci e De Sarno
© Elle

Ad aprire la sfilata un – quasi – total look all’insegna della semplicità con short, top sottile e maxi cappotto che riporta l’iconica nastro rosso e verde del brand nella parte interna dello spacco sul retro.

Passerella animata da shorts, minigonne e mini dress. Ogni capo racconta una storia, soprattutto quella del direttore creativo che comunica la smania di un ritorno al passato, ma non quello del brand bensì la sua. Stilista millenial classe ’83.

Fashion week, Gucci e De Sarno
© Elle

Giovane stilista che sa riconoscere i nuovi gusti e li sa comprendere. Lo dimostra la scelta di disegnare e far sfilare look totalmente desiderabili, da top semplici a quelli luminosi, da completi sartoriali a vere e proprie icone di stile come le sue mini.

Fashion week, Gucci e De Sarno
© Marie Claire

Gli outfit sono completamente in contrasto con loro per colori, stili e accessori ma che rappresentano un connubio perfetto che grida contemporary con maxi platform che slanciano la silhouette, maxi pullover e hot pants.

Si esalta il tessuto in vinile, lucido e accattivante per borse, scarpe e blazer unito al ruggente rosso. Must have del nuovo anno.

The Attico

Parliamo di un brand “nuovo” nell’ambiente. Sebbene sia stato fondato nel 2016 da Gilda Ambrosio e Giorgia Tardini, The Attico calca la passerella per la prima volta di fronte ad una platea “famosa” e scalpitante. Il tutto per una loro scelta.

The Attico, la prima sfilata a Milano
© Vogue
The Attico, la prima sfilata a Milano
© Vogue

Il marchio della “ragazza alla moda”, ecclettico e minimalista – ossimoro di cui si ciba da sempre il brand – presenta abiti dal taglio morbido e fluido con inserti preziosi. Un inno alla raffinatezza.

Il brand ha proposto tendenze per la prossima primavera-estate, ma non sono di certo mancati capi da poter indossare sin da subito. Scelta per rimanere fedeli al mantra del duo femminile: «rispettare i desideri delle persone».

The Attico, la prima sfilata a Milano
© Vogue
The Attico, la prima sfilata a Milano
© Vogue

Così vediamo sfilare, accanto ad abiti da cocktail sexy ed eleganti, anche degli spolverini e capi di maglieria.

La it-girl del duo è incentrata su trucco naturale, capelli lisci e pelle super idratata. Icona di stile che si prefissa di promuovere la dicotomia tra successo professionale e quello personale.

Valentino

Esordisce così Pierpaolo Piccioli, direttore creativo di Valentino, per introdurre la sua sfilata alla Paris Fashion Week conclusa proprio il 3 ottobre: «Volevo raccontare la femminilità ripulita da ogni cliché».

Valentino presenta la nuova collezione all'insegna della semplice femminilità
Sfilata Valentino alla Parigi Fashion Week  © Wondernet Magazine

Vediamo sfilare “piccoli” abiti, che lasciano forse poco all’immaginazione, di cotone. Materiale basic che viene reso importante dalla lavorazione che scolpisce il tessuto dando vita a dettagli fantastici in stile barocco.

Valentino presenta la nuova collezione all'insegna della semplice femminilità
VLogo Moon Valentino © Culted

Si spoglia di ogni accessorio superfluo, non ci sono tacchi che esaltano la femminilità, solo questo unico tessuto con abbinamenti interessanti. Dalle camicie alle gonne extra-long. Il classico jeans diventa prezioso grazie a fioriture in altorilievo e a lavaggi particolari che movimentano il tutto. Sembra proprio che le parole chiave siano cotone e ricami.

Se per le calzature Piccioli sceglie di eliminare il tacco come unico emblema di seduzione, ecco che non può mancare la VLogo Moon alla mano.

Victoria Beckham

Victoria Beckham e il suo terzo appuntamento parigino, a breve tra i big della moda
© Elle

Torna con il terzo appuntamento parigino Victoria Beckham, sgomitando tra i pregiudizi di chi non la vedeva altro che una cantante.

VB è uno stile coraggioso ornata di eleganza bilanciata e disinvolta unita a drappi sinuosi e femminili. Un senso dell’imperfezione che diventa poesia, unendosi in una danza d’amore con il sartoriale, creando una dualità che non sfigura con i big della moda.

Altri marchi e stilisti che hanno reso unica questa fashion Week

Non possono mancare grandi marchi come Dior, Chanel, Yves Saint Laurent, Louis Vuitton e Givenchy che non possiedono la parola delusione nel loro vocabolario di moda.

Marni che non interrompe il suo progetto e lo continua con la maison Karl Lagerfeld. Il ritorno di Mugler dopo la sua campagna invernale see-now-buy-now. Giusta dose di sensualità e coolness che non può mai – e poi mai – mancare.

Di Carola Antonucci.

fonti: Vogue, Elle, Io Donna


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati