Mondiali di Tennistavolo a Roma, un progetto di inclusività

La capitale ospiterà i Campionati Mondiali Master di Tennistavolo dal 7 al 14 luglio.

di Carola Antonucci
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il 5 Min.

6.100 atleti e 2.500 officials e staff da 109 Paesi sono giunti alla fiera di Roma per i Campionati Mondiali Master di Tennistavolo che inizieranno in data odierna, 7 luglio, con la cerimonia di apertura. Gli ITTF World Masters Table Tennis Championships Roma 2024 vedranno sfidarsi oltre seimila atleti over 40, di cui il 30% composto da donne, provenienti da 5 continenti.

Ricordi di partecipazione per i Mondiali di Tennistavolo

Come già anticipato, i campionati ospitano non solo gli atleti, ma anche 2.500 accompagnatori e staff, raggiungendo un record di oltre 10.000 appassionati che ha superato le aspettative iniziali degli organizzatori.

È la seconda volta che l’Italia ha il piacere di avere sul territorio la sede dei mondiali, la prima a Rimini nel 1986. Le delegazioni più numerose, sono quelle di Italia, Germania e Francia – per quanto riguarda il continente europeo – per poi arrivare al Giappone, Cina e India per il continente asiatico.

Il torneo è presentato da Stag Globaltitle sponsor dell’evento – ed è organizzato dalla Federazione Italiana Tennistavolo, sotto la tutela della International Table Tennis Federation. Con il patrocinio del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del Ministero del Turismo, di Sport e Salute, della Regione Lazio, del Comune di Roma Capitale, della Città Metropolitana di Roma Capitale. Non poteva poi mancare la presenza del CONI e del CIP. Inoltre, il partner dell’evento è il Convention Bureau Roma e Lazio.

Perché si parla di inclusività?

Mondiali di Tennistavolo 2024
© 2024 ITTF WORLD MASTERS TABLE TENNIS CHAMPIONSHIPS, Italia.it

Il tennistavolo è uno sport considerato inclusivo per diversi aspetti. Dal punto di vista dell’accessibilità fisica può essere praticato in posti al chiuso o all’aperto – e quindi accompagnare l’esigenza di più persone – e può essere facilmente adattato a persone con disabilità. Esistono, infatti, varianti del gioco per atleti in sedia a rotelle e per persone con altre disabilità fisiche.

Inoltre, il tennistavolo è adatto a persone di tutte le età e livelli di abilità, dai principianti ai professionisti. Questo permette a tutti i partecipanti di giocare insieme, senza distinzioni di genere ed età. I turni dei giocatori del campionato saranno divisi in donne, uomini, doppio e – ovviamente – anche doppio misto per un totale di 11 categorie, avvalorando la tesi dell’inclusività.

Secondo quanto si legge sul comunicato stampa della federazione, l’atleta più anziana è la statunitense Wa Yuet Yu, che a ottobre compirà 100 anni. La seguono, poi, il belga Jozef Janssens e il francese Guy Bizeul con ben 95 anni, la svedese Ragnhild Lundberg e il tedesco Paul Juchems di 93 anni e molti altri anche di 91 anni.

Rispetto agli scorsi tornei, la grande novità è proprio la presenza di atleti con disabilità fisiche. Potranno giocare sia per i titoli in palio per le categorie “paralimpiche”, sia per quello del torneo della propria categoria di età.

A stupire è anche la partecipazione Petra Sörling, presidente della International Table Tennis Federation e membro CIO, nonché una delle tre donne al vertice della Federazione Sportiva Internazionale.

Luogo e programma dei Mondiali di Tennistavolo

Per i mondiali sono stati allestiti ben 5 padiglioni della Fiera, utilizzati sia per gli allenamenti che per la competizione vera e propria. Il tutto conta 47 mila metri quadrati di spazi interni con 350 tavoli da gioco. Verranno disputate circa 20.000 partite totali fino al 14 luglio, giorno della chiusa del torneo e dell’elezione del vincitore.

Gli organizzatori non hanno solo pensato agli atleti, ma anche al vasto pubblico atteso. È stata, infatti, allestita all’interno della Fiera anche un fan village che possa servire come luogo di condivisione e socializzazione, dove si possono incontrare anche gli atleti in gara. Ma non solo, possono anche «godere di corner eno-gastronomici allestiti per l’occasione, giocare nei molti tavoli a disposizione del pubblico, partecipare alle attività d’intrattenimento in programma o semplicemente godere dell’atmosfera di grande multiculturalità che caratterizzerà la manifestazione».

Il programma vero e proprio è iniziato ieri, 6 Luglio, con accreditamento e allenamento atleti. L’apertura al pubblico, invece, è prevista per oggi, 7 Luglio, con accreditamento alle ore 10:00 e alle 19:00 la cerimonia di apertura del torneo.

Per consultare l’intero programma dei giorni, qui.


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati