American Psycho | Il maschio sigma conquista la Gen Z?

di Dudnic Radu
7 Min.

Abbiamo già parlato di mascolinità, e oggi riprendiamo questo ampio discorso, esplorando un fenomeno intrigante e al contempo controverso: il maschio, così detto “Sigma“. Quanto, e perché gli uomini della Gen Z sono ossessionati da Patrick Bateman di “American Psycho”?

C’è davvero qualcosa che rende così irresistibile questo mix di fascino glaciale, potere personale e abisso interiore? Andiamo oltre la facciata di questa figura emblematica, e vediamo come questa stia ridefinendo i confini della mascolinità moderna. Affascinando e perturbando allo stesso tempo.

American Psycho | La trama

American Psycho“, sia il film che, ancor più evidentemente, il libro, è una discesa agghiacciante nell’oscurità dell’alta società newyorkese degli anni ’80. Al centro di questa realtà c’è Patrick Bateman, che veste i panni di un privilegiato vice presidente di una società d’investimenti. Il protagonista 27enne, incarnato da un’impeccabile ‘Christian Bale’ esplora la dissociazione tra la facciata pubblica e la realtà interiore. I confini della sanità mentale in un mondo dove l’apparenza è tutto, e l’empatia è pressoché nulla e inesistente

American Psycho | Patrick Bateman

Bateman è forse da considerare un vero paradigma sociale del narcisismo e della disinibizione esistenziale, un individuo la cui identità è definita da superficialità e consumismo estremo. Ma è anche un’individuo la cui oscura maschera di fascino e successo, dietro il volto di un misogino sociopatico, convince. L’ideale del maschio sigma penetra le menti delle ‘antitesi’ dei maschi alfa.

“Sveglia, alle 05:00. Fai una doccia fredda. Poi la colazione: 12 uova e un contorno di latte di avena. Allenamento, niente riscaldamento perché il tempo è denaro. Ascolta una versione in audiolibro di ‘Atomic Habits’ , e ripeti “Io sono un superuomo, tutto è possibile”. – É anche questa – sebbene estremizzata- tra le ultime identità socio-sessuali a prendere il sopravvento sul universo meme di Internet, spiega Dazed.

American Psycho | Il maschio sigma conquista la Gen Z?

Il “maschio Sigma” rappresenta una forma di mascolinità che si distacca dai tradizionali ruoli alfa, beta, omega. I greci sembrano sembrano avere lettere per tutto. Tuttavia l’estensione di una società con valori fluidi, e talvolta in costante ridefinizione, trova ancora molti dubbi sull’evoluzione della natura umana. Nonostante la proiezione sociopatica del personaggio, o forse proprio a causa di essa, Bateman incarna un’idea di libertà individuale e potere personale che risuona con molti.

Christian Bale in American Psycho | MovieWeb

L’archetipo di maschio “Sigma” è anche strettamente collegato a principi quali indipendenza, riservatezza, e un apparente disprezzo per le norme sociali convenzionali. Il termine viene coniato dall’attivista e scrittore di estrema destra ‘Theodore Robert Beale’ su un blog nazionalista marginale nel 2010. Patrick Bateman, con il suo fascino glaciale e la sua sicurezza spavalda, è diventato recentemente l’icona di questo movimento.

Il personaggio è stato remixato e reinterpretato su piattaforme di social media come TikTok, Instagram e YouTube. Dipinto come un individuo dallo stile oscuro e carismatico, sebbene misogino e fou, molti vi si rappresentano. Nel 2023 l’hashtag #sigma conta oltre 46 miliardi di views su TikTok. Profili Instagram come quello di Argenby, vantano oltre 5 milioni di follow. 

L’ascesa del “maschio Sigma“: Un nuovo tipo di mascolinità tossica

Il confine tra sanità mentale e follia è più sottile di quanto siamo disposti ad ammettere. Ma parte di un messaggio positivo che i giovani trasmettono sull’uso delle piattaforme social, è anche prendere alcuni contenuti alla leggera. Anche se la maggior parte dei video virali sono montaggi di alcune delle scene più iconiche del film, può essere un utile vedere l’ambivalenza dell’intera trama di Bateman.

L’ossessione per il denaro, la vanità della propria immagine, e le regole del consumismo possono lasciare una scia di ascesa gerarchica. Ma queste sono anche allegorie per descrivere insicurezza sessuale, insensibilità e superficialità. La giornalista Shaurya Singh dedica una sezione a tali retroscena sulla newsletter di ‘The Digital Native‘. Spiega le principali caratteristiche di Bateman, dove sesso, bellezza, denaro e confronto con gli altri, sono collegate ad alcune delle ossessioni della Gen Z (e di molte altre generazioni) durante la pandemia.

C’è speranza per i giovani che si perdono di vista?

Quando cede però il confronto con gli altri nella realtà sociale al di fuori di questa– nasce il goliardico personaggio che può ancora farsi da sole, si può vedere un barlume di luce. Un po’ come il Grande Gatsby degli anni ’20 del Novecento. Sebbene sia presente un grande rischio di perdere la lucidità anti-patriarcale affiliarsi a valori ‘trend’, di “eroe” o anche di “villain”, il senso tra il reale e il fiction può incresparsi. Alcuni di questi personaggi, e forse icone, potrebbero essere, a modo loro, classificati come sigma. Imperativo districare però le differenze nelle aspirazioni dell’io nella vera crescita personale, legata strettamente al proprio percorso.

“Sveglia (ore 6.00). Esercizi coi manubri e al muro (ore 6.15 – 6.30). Studio dell’elettricità ecc. (ore 7.15 – 8.15). Lavoro (ore 8.30 – 16.30). Baseball e sport vari (ore 16.30 – 17.00). Esercizi d’eloquenza e di contegno e come migliorare (ore 17.00 – 18.00). Studio di invenzioni utili (ore 18.00 – 19.00)” – La routine del GrandeGatsby di F. Scott Fitzgerald. Somiglianze?

La figura di Patrick Bateman, originariamente concepita come una satira tagliente del narcisismo e della superficialità degli anni ’80, è stata rimodellata e riappropriata da diverse sottoculture moderne. Questo fenomeno evidenzia non solo la potenza della narrativa di un grande romanzo e film. Capaci di trascendere decenni e contesti culturali, ma anche tendenti verso valori liquidi, della contemporaneità, dedita a estrapolare e reinterpretare personaggi complessi per adattarli ai propri fini.

 


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati