Il cervello umano ha bisogno delle persone

di Alessia Giurintano
4 Min.

L’uomo è un animale sociale, ma a quanto pare anche il cervello ha bisogno delle relazioni. Abbiamo bisogno delle persone

Se è vero che il nostro corpo, come il nostro cervello, siano macchine perfette; è altrettanto verificato che siamo fatti di altro oltre questo. 

Huw Greenneuropsicologo, ha sostenuto che la cognizione è associata anche alla relazione

Cervello umano e relazioni

L’importanza del contesto per il cervello: la relazione sociale 

La relazionalità è un veicolo importante per lo sviluppo del pensiero. Questo ha, quindi, un fondamento sociale. 

Il confronto, lo scambio di idee, il flusso di opinioni alimenta i rapporti sociali e mette in motore il cervello

Non individui singoli, decisioni isolate, ma dibattiti collettivi. Fu Lev Vygotsky ad associare al pensiero individuale il riflesso del dialogo interpersonale, interiorizzato. 

I dialoghi inventati dai bambini durante il gioco individuale, sono un esempio di questa teorizzazione. 

Pensare, parlare, interiorizzare. L’individuo assorbe quello che capta dal contesto attorno a sé. 

L’interiorizzazione dei discorsi di risonanza, è bicefala: si costituisce infatti, tanto di un lato positivo; quanto di uno negativo. 

L’influenza esterna può giovarci quanto affondarci

L’uomo è un animale sociale: da Aristotele ad oggi 

Nel IV secolo a.C Aristotele affermava la naturale propensione dell’uomo all’aggregazione

L’uomo è per natura creativo, flessibile, in grado di apprendere dall’altro. È questo il processo che caratterizza lo sviluppo dei bambini, e anche il punto di partenza degli studi pedagogici.

I bambini, i ragazzi, gli adulti. L’uomo in ogni fase della sua evoluzione è caratterizzato dall’esperienza con l’altro. L’interazione è coestensiva alla sua esistenza nel mondo.

Oggi, l’avanzamento delle ricerche e la specializzazione delle discipline scientifiche ha confermato la teoria di Aristotele. 

Il nostro, è un cervello sociale. Già dai primati emergeva la connessione tra sviluppo cerebrale, adattamento e socialità. 

La socialità definisce l’appartenenza ad un gruppo, l’integrazione e dunque l’identità individuale, che è intrinsecamente connessa alla collettività. 


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati