I pirati audiovisivi: i re dello streaming?

di Alessia Giurintano
4 Min.

Nel 2023, il tasso di pirateria audiovisiva è salito al 40%. Lo streaming è di fatto illegale.

Uno studio del 2023, ha riferito che quasi 4 italiani su 10 si sono serviti dello streaming online illegittimo.

Che conseguenza ha lo streaming nel settore audiovisivo? Sicuramente un’ ingente perdita di fatturato. 

Pirateria online: lo streaming è un illecito 

Usufruire di servizi online non autorizzati è una forma di reato

Tutti coloro che accedono a contenuti in rete tramite canali non ufficiali, possono essere perseguiti penalmente. 

La sanzione prevista può essere pecuniaria– da 150 euro a 15.000- ma anche detentiva. 

L’offerta di canali autorizzati, previo abbonamento, è vasta ma spesso insufficiente. 

Quando viene meno il mezzo lecito, spesso si ricorre all’illecito. 

L’ampio catalogo dei siti streaming, infatti, spesso soddisfa la richiesta dell’utente

La pirateria è, in alcuni casi, la diretta conseguenza di un mercato poco soddisfacente

E a questo si aggiungono i costi degli abbonamenti, che periodicamente lievitano. 

È il caso di Netflix, che nel tempo ha aumentato il costo di tutte le soluzioni dell’abbonamento (rispetto al numero di dispositivi).

streaming illegale

Legge anti-pezzotto: dal 2023 sanzioni amare per i pirati online 

È la legge 93/2023, approvata per prevenire e reprimere questo genere di illeciti

Si espresse con queste parole Federico Mollicone, presidente della Commissione cultura ed editoria della Camera: 

«Con l’approvazione del testo all’unanimità, sia alla Camera sia al Senato, sulla pirateria digitale abbiamo scritto una pagina parlamentare di collaborazione nazionale. Abbiamo dotato la nazione di una tutela adeguata al diritto d’autore e ai diritti connessi, nel rispetto, ovviamente, dei diritti alla libertà di manifestazione del pensiero e di cronaca, che sono, per noi, principi basilari dell’espressione sulla rete.»

Questa legge consente ad Agcom, Autorità Garante per le comunicazioni, di poter richiedere l’accesso a siti non autorizzati entro trenta minuti. 

Il settore audiovisivo- e questo è un dato di fatto- è in difficoltà.

Recentemente infatti, il palco della Premiazione per i Nastri D’Argento è stato scelto dagli attori per dare voce alla preoccupazione che aleggia fra gli esperti del settore.


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.


Articoli Correlati