Max vince a Monaco toccando i muri, Ocon sul podio

di Carola Antonucci
11 Min.

Anche il settimo appuntamento con il mondiale 2023 di Formula 1 si è concluso, cambia la città, ma non il vincitore. Il Gran Premio di Monaco vede ancora una volta Max Verstappen sul gradino più alto del podio. A seguirlo Fernando Alonso in seconda posizione e un giovane Esteban Ocon che raggiunge il terzo posto e il terzo podio in carriera.

Qualifiche da sfida all’ultimo tempo a Monaco, Leclerc sanzionato e retrocede

Gran Premio Monaco 2023
Charles Leclerc con i colori della sua Monaco

Qualifiche caotiche quelle di sabato 27 maggio a Monaco. Nelle prove libere avevamo visto Max Verstappen e Charles Leclerc con tempi molto vicini, seguiti da Carlos Sainz nonostante l’incidente all’uscita delle piscine.

Fernando Alonso con la sua Aston Martin era ad un passo dal tornare in pole dopo 11 anni – l’ultima con la Ferrari in Germania nel 2012 – soffiata provvisoriamente al “predestinato” che giocava in casa, sulle strade dove è cresciuto. A sua volta però ruba la posizione il numero 1 della Red Bull con la sua arte e maestria di toccare i muri. Super magico Max che ha ceduto al cuore e ha dato tutto pur di sfrecciare sulle piste di Monaco e arrivare alla sua prima pole, in questo circuito, rischiando ad ogni curva.

Gran Premio Monaco 2023, incidente Perez
Monoposto di Sergio Perez sollevata in aria dopo l’incidente

Il suo compagno di squadra Sergio Perez, a causa di un incidente durante la Q1 parte ultimo, su una pista dove è difficile recuperare posizioni.

Non siamo partiti bene, ma abbiamo continuato a migliorare. In qualifica poi devi dare tutto, devi rischiare. I miei primi due settori non sono stati ideali nell’ultimo tentativo. Sapevo di essere indietro. Dovevo dare tutto quello che avevo nell’ultimo settore. Ho preso un paio di barriere, ma sono veramente contento di aver fatto la pole qui

Max Verstappen nel post qualifiche

Charles Leclerc con la sua rossa ci mette l’anima, volenteroso di rompere la “maledizione” che non gli permette di vincere in casa da quando gareggiava in F2, ma non è abbastanza. Riesce a posizionarsi terzo, ma a causa di una mancata comunicazione con il muretto, viene indagato per impending su Lando Norris. La sentenza della FiA annuncia «Leclerc avrebbe dovuto essere avvisato prima».

Il pilota monegasco avrebbe potuto fare ben poco nel tunnel per evitare l’impedimento a Norris, già lanciato sul giro veloce, considerate le difficili condizioni di visibilità. Nonostante abbia cercato di evitare l’ostruzione quando ormai era troppo tardi, la FiA non fa sconti e sceglie di fargli pagare 3 posizioni, partendo sesto.

Ho fatto di tutto per stare a sinistra, il timing non è stato buono, era difficile, in più non avevo molta visibilità. Mi sono messo a sinistra non appena ho avuto l’informazione dell’arrivo di Norris, non al momento giusto ma ho fatto il possibile, mi sono spiegato, ho fatto tutto quello che potevo quando ho avuto l’informazione.

Charles Leclerc nel post qualifiche, commentando l’accaduto

Due gare in una a Monaco, Domenica surreale

Gran Premio Monaco 2023
Arriva la pioggia al giro 52 a cambiare le carte in tavola

Il Gran Premio di Monaco incorona ancora una volta Max Verstappen, vincitore per la prima volta nel 2021 – nel 2022 ha vinto il compagno di squadra Sergio Perez.

Fernando Alonso, partendo in seconda posizione, riesce a portarla fino alla bandiera a scacchi salendo sul gradino del secondo posto per la prima volta in questa stagione. A seguirlo, Esteban Ocon che stupisce con la sua Alpine, non si fa superare da nessuno, nemmeno dalle rosse che rimangono giù dal podio. Duro colpo per il pilota monegasco e per Carlos Sainz, arrivato secondo sia nel 2021 che nel 2022.

Le Mercedes riescono a raggiungere la quarta e la quinta posizione rispettivamente con Lewis Hamilton e George Russell, ma aspettiamo la prossima gara per capire se le modifiche apportate alla W14 sono positive per i due piloti.

Gran Premio Monaco 2023
contatto tra Russell e Perez © SkySportF1

Verso gli ultimi giri della gara arriva la pioggia, che nessuno si aspettava così forte. Gli errori vengono commessi sia dai piloti che dalle scuderie, sembrava di vedere due gare differenti in una sola. Ne sa qualcosa il numero 63 della Mercedes che scivola per poi urtare la monoposto di Sergio Perez a causa della scarsa visibilità. Gli comunicano la sanzione di 5 secondi, ma Leclerc dietro di lui è troppo distante per far sì che cambi posizione.

Le Haas di Kevin Magnussen e Nico Hulkemberg non avevano aderenza, nemmeno con le full wet – per la prima volta usate senza termocoperte – scivolando quasi ad ogni curva.

Per lo spagnolo in rosso della griglia è un capitolo a parte. Più volte ha cercato di superare Ocon in gara, facendo collidere la SF-23 con la monoposto francese. Con l’ala danneggiata Carlos Sainz è stato in grado di ricostruire la gara, rischiando di fare danno alla monoposto a causa della pioggia.

Chiudono a punti anche Lando Norris Oscar Piastri, seguiti da Valtteri Bottas, l’Alpha Tauri di Nyck De Vries e l’altra Alfa di Zhou Guanyu.

All’asta i premi destinati al GP di Imola, supporto dalla F1

Come sappiamo il Gran Premio dell’Emilia Romagna non si è potuto svolgere a causa delle avverse condizioni meteo. La Formula 1 ha così scelto di mettere all’asta i premi destinati ai piloti vincitori come la ruota Pirelli del poleman o le bottiglie di spumante Ferrari. Il tutto è stato gentilmente autografato dai piloti delle scuderie che sono stati più che felici di poter aiutare anche con un gesto piccolo.

Il prossimo appuntamento con la Formula 1

La prossima gara si gioca in casa di Fernando Alonso e Carlos Sainz, i due spagnoli della griglia. La Formula 1 si sposta a Barcellona per il Gran Premio della Spagna.

Venerdì 2 giugno alle 13:30 inizieranno le FP1 e alle 17:00 le FP2.

Sabato 3 giugno le FP3 alle 12:30 e le Qualifiche alle 16:00

Domenica 4 giugno ci sarà la gara alle 15:00

Scritto da Carola Antonucci

fonti: Corriere dello Sport, SportMediaset, FanPage, F1, SkySportF1


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati