Giornata internazionale degli Ufo: anomalie che dicono di noi?

di Alessia Giurintano
3 Min.

Ricorre oggi, 2 luglio, la Giornata mondiale degli Ufo. 

Questi oggetti volanti non identificati  provocano interesse, fascino ma anche qualche timore o dubbio. 

Perché proprio questa data? Per il memorabile Ufo Crash, noto come un caso irrisolto (o incidente di Roswell). Un giallo che resta un punto interrogativo.

Il termine Ufo, acronimo di “Unidentified Flying Object”, si deve all’Air Force americana, coniato nel 1952

Avvistamenti Ufo: scienza o finzione? 

Queste- per così dire- anomalie del cielo, sono state osservate su tutto il territorio nazionale. Da nord a sud, il fenomeno ha interessato particolari aree dello stivale. 

Lo riporta Aria (Associazione Ricerca Italiana Aliena), che solo nel 2024 ha registrato numerose segnalazioni tra Savona e Varezze, in Liguria

Ma anche tra Albenga e Genova, e nell’entroterra, tra Voltri e Sestri Ponente. 

Avvistamenti anche al Sud, tra Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata. 

Avvistamenti Ufo

Uomini e Marziani: una riflessione di Barthes 

«Il mistero dei Dischi Volanti in un primo tempo è stato prettamente terrestre: si supponeva che il disco venisse dall’ignoto sovietico, da quel mondo privo di chiare intenzioni quanto un altro pianeta.»[…]

Roland Barthes, Miti d’oggi, 1957.

Ignoto. Alterità. Barthes, semiologo, in questo testo si interroga sul rapporto tra umani e marziani

Supposizioni, timore, Altro. Ciò che è distante, lontano, esotico, è sospetto, misterioso, affascinante

Questa dualità in contraddizione esplica in modo ottimale la tendenza umana e l’approccio con ciò che non conosce. 

Il sospetto, che è anche giudizio, ma parallelamente motivi di meraviglia, è insito nell’uomo. 

Barthes, continua il testo facendo una riflessione contemporanea al suo tempo, in correlazione con la tensione USA-URSS. 

Infatti, sostiene che «la mitologia occidentale attribuisce al mondo comunista la stessa alterità di un pianeta; l’Urss è un mondo intermedio tra la Terra e Marte.»

Marte è qui delineata come la terra sognata, idealizzata. 


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati