La Ferrari sorprende e Sinner vince a Vienna, Inter e Juve in lotta

Il meglio del weekend sportivo in un solo click

di Antonucci Carola
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il 10 Min.

Dopo il fine settimana, torniamo a parlare di sport con orgoglio italiano. In Messico, la Formula 1 ci ha regalato una ripresa della Ferrari che fa ben sperare per il 2024 e con la Moto GP in Thailandia assistiamo ad un secondo posto di Bagnaia. Nel territorio nazionale, Inter e Juve continuano a sbaragliare gli avversari. Fuori dai confini italiani, a Vienna, Jannik Sinner ha trionfato nella finale dell’ATP 500.

F1: Il rosso Ferrari sorprende tutti ma fa impazzire il toro di Checo Perez

Ferrari, 22 pole in carriera per Charles Leclerc
La piccantissima pole di Leclerc nel GP del Messico 2023 © Sgommo

Il weekend di gara in Messico inizia con le prove libere del venerdì e del sabato che hanno visto trionfare nomi poco usuali come Alex Albon, in seconda posizione in FP1 e FP3. Ad accompagnarlo al vertice delle FP vediamo i soliti nomi: Verstappen, Norris e Perez. Le Ferrari, seppur in ottime posizioni, hanno mantenuto basse le aspettative dei tifosi.

Ma è in qualifica che la rossa dà il tutto per tutto. Charles Leclerc conquista la sua ventiduesima pole in carriera con un giro a dir poco perfetto. Dietro di lui, in una fila tutta rossa, il secondo giro perfetto di Carlos Sainz. La seconda fila viene completata da Max Verstappen e un ritrovato Daniel Ricciardo. Poi Perez e Hamilton. Dispiacere, invece, per Lando Norris che a causa di una piccola sbavatura sul giro e il traffico non raggiunge il Q2, piazzandosi solamente diciannovesimo.

La gara vede ancora una volta trionfare Max che ora eguaglia Prost con 51 vittorie

Il meglio del weekend sportivo: Ferrari sul podio, Sinner vince a Vienna e Inter e Juve a due punti di distanza
Podio GP Messico 2023 © SkySportF1

In gara la dinamica diventa “caliente” già dalla partenza. Checo Perez, animato dalla voglia di dimostrare il suo talento, sia per le voci di corridoio sia per trionfare nel GP di casa, parte in maniera ottima. Dalla quinta posizione supera l’acerrimo rivale del momento, Ricciardo e infine anche Sainz. Ma il suo ottimismo forse è tanto, troppo, perché ecco che alla prima curva non lascia spazio alla lotta per il primo posto di altri due rivali, Leclerc e Verstappen. Urta la monoposto di Leclerc, uscendo fuori pista e costretto al ritiro ancora prima di finire il primo giro.

Ma la vera lotta della rossa non è con la Red Bull, ormai già campione nella classifica costruttori, è con la Mercedes in lizza per il secondo posto costruttori. Vediamo, infatti, un’abile difesa del madrileno numero 55 a causa dell’attacco aggressivo dell’inglese pluricampione del mondo.

A muovere gli animi, anche dalla preoccupazione, è la bandiera gialla – e poi rossa- causata da Kevin Magnussen che uscito dall’auto si siede in disparte dolorante. Alla ripartenza dopo la bandiera rossa, la Ferrari, nonostante la prima parte di gara ottima, inizia a cedere per la difficoltà di gestire l’auto con le gomme hard. Ne approfitta così, la Mercedes, e Hamilton arriva a superare entrambe le rosse con una bella lotta – e sorpasso- su Leclerc.

Ottima gara Lando Norris, MVP della gara messicana, che guadagna 12 posizioni partendo dal fondo della griglia. Altrettanto ottima è la gara dell’Alpha Tauri, con Daniel Ricciardo che ci fa ricordare il suo talento e Yuki Tsunoda che sale in zona punti, ma che per uno sfortunato tocco, rinuncia alla sua gara. Ammontano a quota 200 i GP di Nico Hulkemberg.

Moto GP: Martin vince e riduce il divario con Bagnaia per il mondiale.

Il meglio del weekend sportivo: Ferrari sul podio, Sinner vince a Vienna e Inter e Juve a due punti di distanza. Martin vince il GP della Thailandia.
Vittoria di Martin nel GP della Thailandia © Today

Jorge Martin, dopo aver vinto la Sprint Race del sabato, trionfa anche in gara la domenica. Lo spagnolo della Ducati Pramac, partendo dalla pole, domina e termina la gara in prima posizione, riprendendosela con maestria dal sudafricano. Dietro di lui proprio la Ktm del sudafricano Brad Binder con il quale ha duellato magnificamente. A seguire, in terza posizione, Pecco Bagnaia.

A fine gara, Pecco ritrova il suo secondo posto a causa di una penalità inflitta a Binder per track limits all’ultimo giro. La corsa per il titolo diventa ancora più accesa, l’italiano è ancora in testa, ma Martin è a soli 13 punti dietro di lui. Saranno decisivi i GP di MalesiaQatar e Valencia dove vedremo un duello all’ultimo giro, all’ultimo centimetro.

Gara eccezionale per Marco Bezzecchi che è riuscito a dare filo da torcere ad Aleix Esparagro, Fabio Quartararo e Marc Marquez. Si guadagna il quarto posto con la sua Ducati VR46.

Serie A: Inter e Juve a pochi punti di distanza, Soulé si conferma un giovane promettente

Il meglio del weekend sportivo: Ferrari sul podio, Sinner vince a Vienna e Inter e Juve a due punti di distanza
Grande rimonta del Cagliari © TuttoSport

La decima giornata del campionato di Serie A 2023/2024 è stata giocata tra venerdì, sabato, domenica e terminerà oggi lunedì 30 ottobre.

Iniziata con l’anticipo di Genoa-Salernitana che in territorio ligure ha vinto 1-0. Proseguita il sabato con le partite Sassuolo-Bologna, Lecce-Torino e Juventus-Verona. Le uniche, però, a portarsi a casa i 3 punti sono state il Torino e la Juventus, Sassuolo e Bologna si guadagnano un solo punto.

Il pareggio, nella giornata di domenica, del Milan contro il Napoli (2-2) permette il sorpasso in classifica della Juve. Ora dietro all’Inter, capofila, a soli 2 punti. A causa della vittoria dei neroazzurri contro la Roma (1-0), la signora di Torino non riesce a prendersi la prima posizione tanto bramata.

Il meglio del weekend sportivo: Ferrari sul podio, Sinner vince a Vienna e Inter e Juve a due punti di distanza
Meglio di Soulé solo Bellingham © CalcioMercato

La miglior partita del weekend, per ora, se l’aggiudica Cagliari-Frosinone. Un grandissimo Soulé nel primo tempo regala una prospettiva di vittoria al Frosinone con una doppietta e, con l’aggiunta il gol di Brescianini, si arriva al 0-3. La rimonta della squadra di Claudio Ranieri rimarrà forse nella storia di questa stagione. Leonardo Pavoletti, l’uomo della provvidenza, regala alla sua squadra la prima vittoria del campionato in collaborazione con il compagno Gaetano Oristanio. In campo sardo, a casa, la squadra trionfa 4-3.

Nella giornata di oggi, lunedì 30 ottobre, vedremo i posticipi di Empoli-Atalanta alle 18:00 su Dazn e Lazio-Fiorentina alle 20:45 [Dazn, Sky].

Tennis: Sinner batte Medvedev in finale con 3 set

Il meglio del weekend sportivo: Sinner vince a Vienna
Sinner, quarto nel mondo © La Repubblica

Jannik Sinner, l’orgoglio italiano nel tennis, dimostra di essere degno dei primi 3 del mondo.

Forse il successo più sofferto e sudato della sua carriera, ma altro non poteva aspettarsi Sinner. Si guadagna in tre ore e tre set, il decimo titolo in carriera giocando contro Medvedev. 7-6, 4-6, 6-3 sono i risultati dei set che lo hanno visto sudarsi la vittoria tanto meritata.

Le finali di ATP 500 di Vienna consacrano definitivamente il talento dell’italiano che lo innalza al numero 4 del mondo e che non ha più motivo di temere nessuno.

Era la terza finale disputata tra il russo e il sudtirolese: Medvedev aveva vinto a Rotterdam e Miami, ma Sinner si prende la rivincita a Pechino e, ora, Vienna. Sono questi i match che lui stesso si augura di giocare e glielo augurano anche gli italiani, convinti che porterà in alto il nome della nazione nel tennis.

Come dice sempre il barone rosso: «O vinco o imparo», i suoi tifosi però, si augurano che faccia entrambe le cose in un solo match!

Di Carola Antonucci.


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati