F1 | A Jeddah: Max Verstappen vince, Bearman ruba l’attenzione

di Antonucci Carola
6 Min.

Un altro sabato di Gran Premio, questa volta quello dell’Arabia Saudita che si disputa annualmente a Jeddah da diverso tempo. Max Verstappen e Red Bull – sodalizio minato dall’accanimento mediatico degli ultimi giorni che chiede chiarezza – continua a seminare record e vittorie, soprattutto con la seconda doppietta della stagione che sa, ormai, di deja-vu. Non stupisce più. Al secondo posto, infatti, c’è nuovamente Sergio Perez. A completare il podio sempre la Ferrari, ma questa volta con Charles Leclerc.

Jeddah 2024: le qualifiche

Jeddah 2024, vince Max
©️ Red Bull content Pool/gettyImages

Q1

Quando inizia il Q1, venerdì 8 alle 18:00, Oliver “Ollie” Bearman ha solo poche ore di esperienza con la monoposto Ferrari acquisito con le FP3. Carlos Sainz non ha potuto disputare le ultime sessioni del GP di Arabia Saudita al Jeddah Corniche a causa dell’appendicite, per cui viene operato. Il giovane 18enne di F2 chiamato a sostituire il madrileno, supera brillantemente la prima sessione di qualifica.

I primi esclusi dal Q1, infatti, sono proprio chi di esperienza ne ha da diverso tempo. Valtteri Bottas in Stake F1 Team – ex Alfa Romeo – Esteban Ocon, Pierre Gasly, Logan Sargeant e lo sfortunato Guaniyu Zhou. L’ultimo non riesce a compiere neppure un giro a causa dell’incidente avuto nelle FP3 che ha richiesto più tempo per aggiustare la vettura.

Q2

Nella seconda sessione di qualifiche, Kevin Hulkemberg effettua DNF – “do not finish” – e non porta a termine il giro, per cui parte 15º. Ad accompagnare la Haas di Hulkemberg, anche il compagno di scuderia Magnussen che parte 13º, anche lui escluso dal Q3.

Per 36 millesemi non accede al Q3 nemmeno Ollie Bearman che parte, così, 11º. Gli altri esclusi: Alex Albon (12) e Daniel Ricciardo (14).

Q3

La lotta serrata tra Max Verstappen e Charles Leclerc per la pole è quanto ha animato l’ultima sessione di qualifiche a Jeddah. L’olandese, però, effettuando un nuovo record di pista toglie 3 decimi al monegasco, conquistando la pole.

Bene anche McLaren e Mercedes che al momento sembrano sullo stesso livello. Oscar Piastri, Lando Norris, George Russell e Lewis Hamilton partono, rispettivamente, dalla quinta all’ottava posizione. Gli ultimi posti del Q3, 9 e 10, sono per Yuki Tsunoda e Lance Stroll.

La prima fila vede, quindi, Max in pole e Charles a seguito. La seconda, invece, Checo e Alonso.

La gara del GP di Arabia Saudita al Jeddah Corniche

Jeddah, Leclerc terzo
Charles Leclerc 3º ©️ Scuderia Ferrari su IG

Max Verstappen conquista la vittoria, la 56ª in carriera e la 9ª consecutiva. Sarebbero state molte di più se a Singapore 2023 Carlos Sainz non avesse ribaltato la routine facendoci sognare, seppur solo per un GP.

A seguire, il compagno di scuderia, regalando ai fan della Red Bull una doppietta, la seconda della stagione. Perez, che partito 3º, riesce a superare Charles Leclerc. Archiviando, così, la 30ª doppietta.

Jeddah, bearman stupisce tutti
Bearman è miglior pilota in gara ©️ F1 su Ig

Il vero protagonista, però, è stato il giovane sostituto di Sainz, Ollie Bearman. Non abituato ai ritmi sfiancanti di Formula 1, avverte stanchezza al collo, si accascia ad ogni curva sulla monoposto, ma non molla. Parte dalla casella 11 e taglia il traguardo settimo cercando il giro veloce. Anche davanti a Lewis Hamilton. Tutti i complimenti dei grandi in pista sono per lui e il suo debutto.

Per quanto la Red Bull non abbia rivali, la Ferrari si conferma nuovamente come seconda forza. Il monegasco riesce a strappare all’ultimo giro (50) il giro veloce a Verstappen, prendendosi il punto addizionale.

Non pervenute le Alpine che con una sola vettura a concludere la gara – Pierre Gasly ha effettuato DNF – non approda in zona punti. Esteban Ocon chiude, infatti, 13º. Con una sola vettura anche l’Aston Martin perché il DNF dovuto all’uscita di pista di Lance Stroll, consente il traguardo in quinta posizione solo a Fernando Alonso.

Da rivedere anche le prestazioni di Visa Cash App RB – ex Alpha Tauri – che promettevano grandi cose con componenti della RB19 (la vettura Red Bull del 2023) ma che, evidentemente, non raggiungono. 15 Tsunoda e 16 Ricciardo. Della stessa sorte anche le Stake F1 Team che occupano le ultime posizioni della griglia.

Prossimi appuntamenti con la F1

Il prossimo appuntamento è con il GP d’Australia:

22 Marzo alle 2:30 le FP1 e alle 6:00 le FP2

23 Marzo alle 2:30 le FP3 e alle 6:00 le qualifiche

24 Marzo alle 5:00 la gara

In diretta su Sky Sport F1 e in streaming su Now.

Di Carola Antonucci.


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati