Cambiare mentalità per rinascere, occorre davvero?

di Alessia Agosta
4 Min.

La mente è parte fondamentale di ognuno di noi. È ciò che ci caratterizza, che dà vita alle nostre emozioni, idee, e che ci permette di interpretare il mondo che ci circonda. 
Per funzionare, però, ha bisogno della nostra collaborazione: per esempio, decidiamo noi se provare gioia, tristezza, o tenere tutto dentro. 
Per cambiare mentalità, serve la nostra volontà.

Le abitudini sono dure a morire

albero morto simboleggia mentalità vecchia

Spesso si sentono frasi come “Perché non cambi carattere?” O ancora, “Perché non cerchi di interpretare questa cosa in maniera diversa?” Be’, è più semplice a dirsi che a farsi.
Cambiare la propria mentalità non è un processo a senso unico, in quanto il proprio pensiero è ciò che si conosce da sempre.

Le abitudini sono dure a morire poiché all’essere umano piace sentirsi coccolato in un ambiente familiare. A nessuno piace sentirsi fuori posto, estraneo. E il cambiamento, le novità, proprio per la loro natura intrinseca di essere cose nuove, destabilizzano le persone
Solo pensare agli usi e costumi di una società, fa capire quanto le abitudini siano parte intrinseca delle persone. Non che sia un male, anzi, è ciò che caratterizza e differenzia una cultura da un’altra, che permettono, quando si viaggia, di scoprire aspetti nuovi di una cultura non conosciuta.

Un po’ di volontà…

Cambiare il pensiero non avviene in maniera automatica. Ci sarà un fattore scatenante, un vicolo cieco in cui ci si ritrova e che costringe a cambiare le vedute per poterne uscire, insieme a tanta buona volontà. Affrontare le paure più recondite porta inevitabilmente a maturare e a percorrere sentieri che mai ci si sarebbe aspettati, per la pura natura umana di evolvere. 

Ma è necessario cambiare? Dipende dalla situazione. In caso di situazioni tragiche o che ci provocano particolare disagio e malumore, mutare il modo di interpretare tale situazione può aiutare ad affrontarla. Per cambiare pensiero serve essere consapevoli di ciò che si sta vivendo. Essere consapevoli di vivere all’interno di schemi triti e ritriti può aiutare le persone a domandarsi: e ora? Che strada percorro? 

albero fiorito nuova mentalità

Cambiare mentalità per avere una seconda possibilità

La fortuna della vita è che non c’è mai una sola possibilità, un’unica retta via, ma la moltitudine di offerte nel mondo regala l’occasione di poter scegliere quale strada percorrere.

Ciò che cambia, è il nostro modo di affrontare tale percorso, poiché il processo in sé di scelta, mette inevitabilmente di fronte a un cambiamento: se il pensiero non muta mai, gli schemi riproposti saranno sempre quelli, e si sa, alla lunga il troppo stroppia.
Si pensi a quanto sarebbe bello poter rinascere, rifare tutto con la consapevolezza che si ha ora. Non lo fareste? Cambiare mentalità potrebbe dare l’occasione di farlo.

Uscire dai propri schemi o dalle abitudini consolidate permette alle persone di risorgere, di avere una seconda possibilità. Perché si riprogetta tutto. Con gli insegnamenti che la “vecchia vita” lascia, con le lezioni imparate. Come in ogni aspetto della vita, la consapevolezza è il primo step per fare un passo avanti, per mettere un piede davanti all’altro e affrontare la vita.


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito: l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati