Ufficiale: Binotto ha detto addio alla Ferrari. E ora che succede?

di Chiara Mauri
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il 3 Min.

Da giorni se ne vociferava nel mondo della F1, ma ora è ufficiale: Mattia Binotto ha annunciato le proprie dimissioni dalla carica di team principal di Ferrari.

La casa di Maranello lo ha reso noto poco fa, aggiungendo che lascerà definitivamente il ruolo il 31 dicembre «Inammissibili i suoi danni», hanno commentato alcuni fan, mentre altri si sono visti parecchio dispiaciuti per la decisione.

Gli obiettivi che Ferrari si era posta a inizio stagione erano ben diversi dai risultati ottenuti e, con un rapporto ormai incrinato, non c’erano più le basi per continuare. L’ingegnere 53enne si è quindi visto costretto ad abbandonare il proprio ruolo.

Binotto – Ferrari, in breve

Binotto è diventato ingegnere motorista nel 1995. In seguito, ha ricoperto il ruolo di capo ingegnere dal 2007, direttore tecnico dal 2016 e team principal dal 2019.

«Lascio un’azienda che amo con la convinzione di aver compiuto ogni sforzo per raggiungere gli obiettivi prefissati – ha dichiarato – Credo sia giusto compiere questo passo, per quanto sia stata per me una decisione difficile».

L’amministratore delegato di Ferrari Benedetto Vigna ha deciso di ringraziarlo per il suo contributo degli ultimi 28 anni. «Tutti noi della Scuderia e nella più vasta comunità Ferrari auguriamo a Mattia tutto il meglio per il futuro», ha detto.

Chi sarà il sostituto?

Vasseur

Nei prossimi giorni avrà inizio l’iter che porterà alla ricerca del sostituto e all’assegnazione del ruolo. Tra le varie ipotesi, quella di Frédéric Vasseur. Classe 1968 e molto vicino al pilota Charles Leclerc, è l’attuale team principal di Alfa Romeo-Sauber. 

La gestione sportiva del prossimo mese è stata momentaneamente assegnata a Vigna. Nel mentre, Binotto dovrà rispettare il gardening, il periodo di pausa obbligatoria, che probabilmente sarà di 6 mesi. Molti team stanno già considerando il suo profilo.

Non è l’unica dimissione parecchio chiacchierata delle ultime ore. Nella serata di ieri l’intero Consiglio di Amministrazione della Juventus ha comunicato l’addio.

Scritto da Chiara Mauri


Le foto presenti in questo articolo provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se un’immagine pubblicata risulta essere protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattare lo staff scrivendo all’indirizzo email riportato nella sezione “Contatti” del sito l’immagine sarà rimossa o accompagnata dalla firma dell’autore.

Articoli Correlati