Avvenimenti strani negli ultimi giorni

di Christian Sangaletti
Pubblicato: Ultimo aggiornamento il 3 Min.

Negli ultimi giorni, abbiamo assistito a varie notizie di avvenimenti strani nel mondo: vediamoli nel dettaglio.

Passeggero “strisciante” su un aereo: costretti all’atterraggio di emergenza

Durante un volo da Città del Capo a Nelspruit, il pilota nota la presenza di un passeggero non atteso nella cabina: si tratta di un cobra.

“All’inizio non capivo cosa stava succedendo, ho sentito qualcosa di freddo sul corpo. Quando mi sono girato a sinistra e ho guardato in basso, ho visto il cobra poggiare la testa sotto il mio sedile”

Rudolph Erasmus alla BBC

Il pilota ha deciso di comunicare la situazione ai passeggeri, tranquillizzandoli e annunciando la ricerca di un aeroporto per l’atterraggio d’emergenza.

“C’è un serpente a bordo dell’aereo, al momento si trova nel mio sedile e proveremo ad atterrare il prima possibile”

Il messaggio del pilota ai passeggeri

Prontamente, il pilota ha adottato tutte le misure atte a svolgere un atterraggio di emergenza, che è stato effettuato a Welkom. In seguito all’imprevisto, il Commissario Sudafricano per l’Aviazione Civile Poppy Khosa, ha voluto lodare l’eroico sangue freddo del pilota citando la sua grande abilità che gli ha permesso di salvare la vita di tutte le persone a bordo.

Udine, l’attrazione per i turisti “squittisce”: un topo resta incastrato in un tombino

Martedì, a Udine, i turisti sono stati attirati da una scena spiacevole: un topolino, cercando di infilarcisi dentro, è rimasto incastrato in un tombino dell’Amga.

I commercianti della zona hanno deciso di chiamare l’azienda che gestisce il ciclo dei rifiuti per rimuovere il povero animale, ormai deceduto.

L’azienda, però, ha scaricato il barile sui vigili urbani che, una volta contattati, hanno affidato di nuovo la responsabilità all’azienda. I commercianti hanno dimostrato il loro disappunto per l’accaduto.

“Non è stata una bella pubblicità di Udine per i tanti turisti presenti”

Il commento dei commercianti

Asciugatrice “di fuoco”: in Spagna danneggiata una lavanderia

Il terzo degli avvenimenti “strani” che vi raccontiamo arriva da La Coruña, in Spagna, dove una lavanderia a gettoni è rimasta danneggiata in seguito all’esplosione di un’asciugatrice.

Nei video diffusi in rete, si vede come un uomo riesce a salvarsi per una manciata di secondi: a 10 secondi dall’uscita dell’uomo, una delle asciugatrici prende fuoco ed esplode.

La causa dell’esplosione è stato il surriscaldamento di un accendino dimenticato nella tasca di un paio di pantaloni messo nella macchina ad asciugare.

I danni sono stati ingenti: l’esplosione ha frantumato tutte le finestre della lavanderia e causato danni alla facciata del palazzo.

Articoli Correlati